Saturday, 13 May 2017

TTouch for Horses during Pregnancy: the experience with Robyn Hood

Happy Mothers Day 2017!
Buona Festa della Mamma 2017!


Dear Horse Lovers, 
Mom’s Day is almost here and I want to share with you the experience I lived short time ago, while I was pregnant. During this special period, I had the occasion to be part of a Tellington TTouch class for horses guided by Robyn Hood, at the riding center La Lura, in the countryside of Milan. Obviously I could not let this occasion escape, even if I was at the sixth month of pregnancy! I must confess that this experience has been even more deep than other TTouch experiences, maybe because in that moment I was particularly sensitive emotionally. 

Cari Horse Lovers,
In occasione delle festa della mamma, voglio raccontarvi un’esperienza che ho vissuto poco tempo fa, mentre aspettavo il mio piccolino. Durante la gravidanza ho avuto l’occasione di partecipare ad un corso di Tellington TTouch per cavalli, tenuto da Robyn Hood, presso il Centro Ippico La Lura, nei dintorni di Milano. Ovviamente non potevo lasciarmi sfuggire un’occasione del genere e, anche se ero al sesto mese di gravidanza, ho partecipato. Devo confessare che è stata un’esperienza ancora più profonda, forse proprio grazie al fatto che in quel periodo ero particolarmente ricettiva a livello emotivo.


As you know, the Tellington TTouch Method is a technique that truly excites me, a way of bond and working with our animals companions based on a (T)touch, which is a circular movements on the body, executed clockwise. It’s not a massage, which is deeper and involves muscles, but gentle circles on the skin, which activate the body cells. Not only it offers to animals a new enjoyable experience, but emotions like fear and tension held in the body can get released. 
Also, ground works are done with horses, with the use of TTouch equipment, to encourage them to learn improved focus and coordination, and to increase self-confidence. An animal that feels good about himself is more balanced physically, emotionally and mentally! Most behavioral problems come from misunderstanding, fear, tension or pain. This work is an innovative and effective method for improving health, well-being and behavior using gentleness and respect for the whole animal. 

Come sapete, il Metodo Tellington TTouch è una tecnica che mi affascina molto, un modo di  connettersi e di lavorare con gli animali attraverso particolari tocchi detti (T)touch, che sono movimenti circolari delle mani, eseguiti in senso orario su particolari punti del corpo. Non si tratta di un massaggio, che sarebbe più profondo e coinvolgerebbe i muscoli, ma di delicati movimenti circolari sulla pelle, che attivano le cellule del corpo. Non solo l’animale vive una bella esperienza, ma emozioni come la paura e la tensione vengono allontanate. 
Vengono anche fatti esercizi da terra, utilizzando strumenti realizzati ad hoc, per aiutare i cavalli a migliorare la concentrazione e la coordinazione e aumentare la sicurezza in se stessi. Un animale che si sente bene è anche un animale più equilibrato, si a livello emotivo, psicologico che fisico! Molti problemi di comportamento derivano dalle incomprensioni, dalla paura, dalla tensione o dal dolore. Questo metodo offre un sistema innovativo per migliorare la salute, il benessere e il comportamento usando metodi gentili e rispettando l’animale.

Ground Work

The ground works,  being not common exercises for the horse, help him overcome old fears and habits, teaching without strength and constraint. An alternative is proposed to the animal that is driven to reason on the actions it performs rather than executing orders in a mechanical way. A series of “obstacles” are used, such as the labyrinth and the slalom between the cones, with the purpose of creating in the subject a greater control of itself and its abilities, resulting in a better concentration, confidence in itself and in the rider, collaboration and equilibrium.

Gli esercizi da terra essendo non usuali per il cavallo, lo aiutano a superare le vecchie paure e abitudini, insegnando senza forza e costrizione. Viene proposta un’alternativa all’animale che viene spinto a ragionare sulle azioni che compie anziché eseguire degli ordini in maniera meccanica. Vengono usati una serie di “ostacoli”, come il labirinto e lo slalom tra i birilli con la finalità di creare nel soggetto un maggior controllo di sé e delle proprie abilità, della capacità di concentrazione, della fiducia sia in se stesso che nel cavaliere, della collaborazione, dell’equilibrio.










The Body Wrap

The wrap maintains a constant connection with the body because it moves with the horse. This is particularly significant for horses with neurologic deficits because this continual sensory input encourages the rebuilding of the neural pathways.
Proposed to help the animal, for example, in case of fear, anxiety, discomfort or back pain. You can use it a dozen of minutes before the event, taking care to remove the wrap before it becomes habit.

La fascia mantiene una connessione costante con il corpo perché si muove con il cavallo. Ciò è particolarmente significativo per  cavalli con deficit neurologici perché questo continuo input sensoriale incoraggia la ricostruzione dei percorsi neurali.
Proposto per aiutare l'animale ad esempio nel caso di paure, ansia, disagio o il mal di schiena; si utilizza un decina di minuti prima dell’evento, avendo cura di togliere il bendaggio prima che diventi “abitudine”.





Sure Foot stability pad by Wendy Murdoch

The pad provides the horse with an opportunity to explore and learn new ways of standing on his feet and utilizing the ground for greater ease, comfort and confidence.

Il pad fornisce al cavallo l'opportunità di esplorare e imparare nuovi modi di stare in piedi e di utilizzare il suolo per una maggiore facilità, comfort e fiducia.




TTouches

For every kind of work, my approach to the horse is the same: first I present myself at the horse, waiting and observing his behavior in my presence; I give him the time to get used to me. Then if he is ok and seems relaxed and comfortable, I start with only one hand (not two hands because you don’t know what will be the reaction of the horse) screening the body of the horse, very gently, using the “Noah's March”, but living some space from its body, without touching it.
I usually start from behind the ears and go all the way along the neck, the back, and down to the bottom. If the horse doesn’t like to be touched to the ears, you can start along the shoulder, which is a part that usually likes to horses.
Noah's March” is the smooth sliding strokes of the hand over the whole body of the animal and is used at the beginning of the work to explore the body and at the end to “connect” the TTouch session.

Per qualunque tipo di lavoro, il mio approccio al cavallo è sempre lo stesso. Prima mi presento al cavallo: aspetto, osservo il comportamento del cavallo in mia presenza, gli lascio il tempo di abituarsi a me. Poi, se va tutto bene e il cavallo sembra rilassato e a suo agio, inizio con una sola mano (non due perché non so ancora quale sarà la reazione del cavallo). Passo sul corpo delicatamente, usando la “Marcia di Noè”, ma lasciando un piccolissimo spazio tra me e il cavallo, senza toccarlo davvero.
Di solito inizio dalle orecchie, procedendo lungo il collo, la schiena e poi la parte posteriore. Se al cavallo non piacesse essere toccato sulle orecchie, si può passare direttamente alle spalle, che solitamente sono il punto in cui di solito i cavalli amano di più essere toccati.
La “Marcia di Noè” è il passaggio della mano su tutto il corpo dell’animale e si usa all'inizio del lavoro per esplorare il corpo e alla fine per “collegare” i TTouch eseguiti.




During the class with Robyn, I’ve worked with three different horses, doing ground exercises and working with wraps and touches. We also tried some exercises on ourselves and helped us to understand better the feeling of the horse.

In occasione dell’incontro con Robyn, ho lavorato con tre cavalli, con esercizi a terra, fasce e tocchi. Abbiamo anche provato alcuni esercizi  su noi stessi, per aiutarci a capire meglio quello che può provare il cavallo.





The atmosphere of Robyn Hood’s lesson was always calm and relaxing, like a real paradise, and it left me in the perfect state of happiness. I really felt regenerated after that weekend and I remember very well the feeling of peacefulness and serenity I enjoyed. 
The credit belonged to the horses or to my little baby? 
What do you think Horse Lovers?

L’atmosfera della lezione di Robyn Hood è stata sempre calma e rilassata, un vero paradiso, che mi ha regalato un perfetto stato di gioia. Mi sono sentita davvero rigenerata da quel fine settimana e ricordo  bene la sensazione di pace e tranquillità che ho provato. 
Merito dei cavalli o del mio piccolino? 

No comments:

Post a comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...